Home / Gli attivisti / Aule sì, aule no: Il pasticcio delle scuole medie di via Bersezio

Aule sì, aule no: Il pasticcio delle scuole medie di via Bersezio

Nonostante ben quattro interrogazioni in questo consiglio comunale, non si è ancora riusciti a fare chiarezza su una problematica che ha visto coinvolti decine di famiglie e di alunni delle nostre scuole medie inferiori.
Risultano non esaurienti le spiegazioni fornite dall’assessorato alla scuola perchè sembra strano che non esistano altre possibilità che ridurre la scuola Media di via Bersezio di 3 aule per fare spazio alle Magistrali.
Qui in città non esistono diversi edifici al momento sfitti e che potrebbero tranquillamente ospitare, con una adeguata ripulita e sistemazione, le aule riservate alle Magistrali?
Con tutti gli edifici di proprietà provinciale in disarmo da tempo, non sarebbe il caso di vedere, assieme alla Provincia o a quel che resta di essa, di trovare una collocazione alternativa per le Magistrali in “esubero”?
In questo modo, si eviterebbe il disagio causato a diverse famiglie che ora si vedono costrette a cambiare di punto in bianco la sistemazione scolastica scelta per i propri figli.
E’ bene chiarirlo, nessuno di noi, MoVimento 5 Stelle Cuneo, nega l’importanza della sicurezza degli edifici scolastici(a riguardo ci auguriamo che le risorse stanziate vadano effettivamentre a eseguire i lavori necessari in tempo rapido) e della capienza massima che può contenere un plesso scolastico. Ci chiediamo soltanto se si possono evitare tutti questi disagi a decine di famiglie con la presa in considerazione di soluzioni alternative.
In secondo luogo, per la scuola media di via Bersezio si corre il rischio, tramite la cessione delle aule alle Magistrali, di avere una media monca, di livello qualitativo inferiore alle altre, perchè la mancanza di aule causerebbe inevitabilmente la riduzione di attività didattiche ed extradidattiche che invece sarebbero di grande rilevanza per allievi e docenti.
Crediamo, come MoVimento 5 Stelle Cuneo, che non ci debbano essere scuole pubbliche di serie A e di serie B. Chi si è iscritto alla media di via Bersezio non deve trovare una qualità della didattica inferiore a quella delle altre medie della nostra città.
Infine, come sempre, ci chiediamo… sono mai stati consultati dall’amministrazione comunale gli attori protagonisti in questa vicenda, ovvero gli studenti, i genitori, i docenti, oppure la decisione presa è stata l’ennesima dimostrazione di una volontà di calare dall’alto le cose, senza prendere in considerazione l’idea di sentire i cittadini su questa delicata vicenda?

Per il M5S di Cuneo: Lorenzo Pallavicini

x

Vedi anche

Regolamento deroghe acustiche: La maggioranza è sorda ai solleciti del M5S Cuneo.

CondividiFacebookTwitterLinkedin La musica e gli eventi rendono viva una città e per questo serve aiutare i nostri locali ed organizzatori ad avere meno ostacoli nel creare opportunità culturali. L’amministrazione comunale continua a rimandare la soluzione alle deroghe acustiche, problema sollevato ...

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione,   necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.