Cuneo5Stelle

Musica dal vivo: limiti acustici

Abbiamo letto con interesse l’articolo scritto dal dott. Massa riguardante la “querelle” relativa ai limiti acustici per quel che concerne i concerti e l’uso di impianti per la diffusione musicale e ci dispiace che siamo stati definiti come persone “che sparano a zero anche su provvedimenti giustissimi”. 

Il nostro diritto come forza politica di chiedere, in modo garbato e rispettoso, all’amministrazione comunale delucidazioni e chiarimenti riguardo a quello che è successo circa gli annullamenti del concerto del Nuvolari e della festa studentesca, non è solo consentito dalle leggi ma è la base di ogni confronto democratico. 

Possiamo assicurarle che se la nostra interrogazione riguardo all’argomento non fosse stata legittima non sarebbe mai stata portata dinanzi al consiglio perchè, come in ogni organo istituzionale, ci sono regole ed obblighi precisi quando si presentano documenti e mozioni. Noi rispettiamo e rispetteremo queste regole, come è giusto che sia.

E’ normale che, come forza di opposizione,  chiediamo spiegazioni quando abbiamo ricevuto diverse sollevazioni da parte di alcuni cittadini circa l’annullamento di queste manifestazioni. Noi, MoVimento 5 Stelle Cuneo, abbiamo il dovere di ascoltare tutti i cittadini e,se esiste un disagio, farcene carico al fine di risolvere la questione. Si può essere d’accordo o meno con la nostra azione ma noi non abbiamo sparato a zero. Abbiamo cercato, pur con le critiche, di costruire e migliorare qualcosa e se la maggioranza è disponibile saremo lieti di tentare un dialogo con loro al fine di trovare una soluzione “onorevole” tra i due fuochi.

Nessuno, tantomeno noi, mette in discussione il diritto al riposo dei residenti (questione che è legalmente riconosciuta non solo dal regolamento di polizia urbana di Cuneo ma anche da altre leggi) ma allo stesso tempo crediamo che si debba arrivare a creare una convivenza pacifica e proficua  tra chi usufruisce dei locali pubblici come occasione di svago e divetimento e i residenti. 

Il sistema delle deroghe è davvero l’unico possibile? Esistono soluzioni migliori? Queste sono le domande da farsi e per quanto possibile cercheremo di migliorare le cose, perchè la musica comunque rappresenta una delle espressione artistiche più alte dell’uomo e non si può cancellarla per decreto, pur avendo ad interesse il diritto al riposo e ad un limitato inquinamento acustico per chi abita vicino ai locali della città. Non pretendiamo che Cuneo possa diventare come Ibiza ma tra Ibiza e il silenzio una via mediana è un qualcosa di saggio e non campato per aria.

M5S Cuneo

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati

Close

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione  esclusivamente necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.