Home / Fabiana Dadone / Come funziona la figura dell’agente infiltrato previsto dalla #spazzacorrotti

Come funziona la figura dell’agente infiltrato previsto dalla #spazzacorrotti

La corruzione in Italia è un mostro
che divora milioni di euro ogni anno, devastando il Paese. Il traffico
di mazzette riguarda soprattutto i pubblici uffici, troppo spesso
avvezzi alla cattiva condotta di chi strumentalizza cause comuni per
ottenere benefici personali.

In molti ci hanno provato, ma una vera legge che contrasti gli scambi di favori in cambio di denaro è attesa dai tempi di Tangentopoli. Una notevole stretta in tema di lotta al malaffare, viene sicuramente dalla riforma presentata dal Movimento 5 Stelle.

La legge Spazzacorrotti
introduce una lunga serie di novità in tema di corruzione,
dall’interdizione a vita dai pubblici uffici per chi è stato condannato,
allo stop alla prescrizione dal 2020, fino alle intercettazioni e all’utilizzo dell’agente sotto copertura.

Quella dell’agente infiltrato,
finora riservata a mafia, delitti gravissimi e traffico di droga, è una
figura rivelatasi in molte occasioni decisiva per lo svolgimento delle
indagini. Applicata alla Pubblica Amministrazione, consente di fornire prove inconfutabili
agli inquirenti, incastrando il colpevole in maniera schiacciante.
Vestendo i panni di impiegati o semplici privati, gli agenti delle forze
dell’ordine possono, infatti, cogliere il corrotto o il corruttore in
flagranza di reato. In altri termini, non ci sarà più scampo per chi
alimenta l’illegalità nel Pubblico.

Per smascherare una volta per tutte i furbetti dell’amministrazione, il provvedimento Anticorruzione prevede una misura rafforzativa anche in materia di intercettazioni.
Grazie allo sblocco proposto su conversazioni telefoniche e
telematiche, le indagini per i reati gravi di corruzione non avranno più
alcun tipo di ostacolo.

Con il Movimento 5 Stelle al governo arriva lo Spazzacorrotti, una svolta epocale
perché, per la prima volta, una legge offre ai cittadini la possibilità
concreta di avere giustizia e una Pubblica Amministrazione funzionante.
Inoltre, la nuova normativa permetterà di risparmiare milioni di euro, soldi che lo Stato potrà finalmente investire in favore di crescita e sviluppo.

 

Source: Fabiana Dadone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Vedi anche

Asti – Cuneo: Ignorare i comunicati del Ministero e la realtà dei fatti non è giornalismo, è propaganda

CondividiFacebookTwitterLinkedinQuesto pomeriggio il Ministro Toninelli, rispondendo durante il Question Time alla Camera, ha ribadito che la fase progettuale e costruttiva dell’Asti – Cuneo è già in corso, che l’iter amministrativo procede regolarmente e che non vi è stato alcuno stop. ...

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione,   necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.