Home / Gli attivisti / Alle leggi è giusto obbedire, un principio che vale per tutti, sindaco compreso.

Alle leggi è giusto obbedire, un principio che vale per tutti, sindaco compreso.

Foto: targato.it

In questi giorni di discussioni su bandiere e vessilli è doveroso per noi, MoVimento 5 Stelle Cuneo, esprimere la nostra opinione su una vicenda della nostra città che ha avuto risalto pubblico come la scelta da parte del sindaco Borgna di esporre la bandiera francese sul balcone del municipio a seguito del ritiro dell’ambasciatore francese in Italia da parte di Parigi.

Crediamo, ma soprattutto ci auguriamo, che sia stato un gesto dettato dall’istinto perchè se così non fosse non sarebbe carino avere un primo cittadino che si dimentica di una legge che lui è tenuto a seguire come quella sulle bandiere che risale al DPR 121 del 2000 la quale spiega come si espongono bandiere di Paesi stranieri solo nei casi di convegni, incontri e manifestazioni internazionali o di visite ufficiali di personalità straniere, cose di cui non c’era traccia a Cuneo giovedì 7 febbraio.

Come primo cittadino il sindaco deve dare l’esempio ai suoi concittadini e crediamo sia un esempio virtuoso quello di seguire le leggi non di violarle, soprattutto se si prendono decisioni dettate più dall’istinto che dalla ponderatezza. Il prefetto, correttamente, non ha potuto fare altro che eseguire le disposizioni della legge e ha rimosso la bandiera.

Se il sindaco voleva esprimere la sua preoccupazione per il ritiro dell’ambasciatore doveva usare modi leciti. Avrebbe potuto, ad esempio, esporre sul balcone della sua casa la bandiera francese o fare una foto in cui beveva un vino francese o mangiava un buon croissant e nel privato potrà sempre esprimere la sua opinione come giustamente ci ricorda l’articolo 21 della Costituzione.

Tuttavia, quando si tratta di un edificio pubblico che è di tutti come il municipio si devono seguire precise disposizioni e violarle non è ammesso a nessuno e se per caso si ritiene che una legge sia da modificare o cambiare lo si deve fare nelle sedi opportune, non prendendo decisioni di istinto ed avventate.

Lorenzo Pallavicini, Manuele Isoardi e Silvia Cina per il MoVimento 5 Stelle Cuneo

 

x

Vedi anche

Buona notizia dal piano straordinario invasi: 8,5 milioni per la Valle Gesso

CondividiFacebookTwitterLinkedin Salutiamo, come MoVimento 5 Stelle Cuneo, con misurata soddisfazione l’inclusione nel secondo stralcio del piano straordinario invasi degli impianti della Valle Gesso, nell’ambito di un intervento per rendere disponibile l’acqua invasata anche all’uso irriguo, tramite l’unificazione delle prese ed ...

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione,   necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.