Home / Fabiana Dadone / Cuneo-Asti: iter prosegue regolarmente, stop fake news della vecchia politica che ha creato il problema

Cuneo-Asti: iter prosegue regolarmente, stop fake news della vecchia politica che ha creato il problema

Foto: Cuneodice.it

Nessun ritardo sulla tabella di marcia prevista per aprire i cantieri della Cuneo Asti.

Va chiarito una volta per tutte che il frutto delle interlocuzioni con la Commissione UE, già informalmente positivo, potrà essere formalizzato appena sarà pronto il piano economico finanziario adeguato alla recentissima delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti sulla base della nuova normativa (DL Genova). La durata del procedimento dipende solo dai tempi tecnici di adeguamento alla nuova normativa che è migliorativa per tutte le autostrade italiane.

Per ottimizzare le tempistiche progettuali e costruttive, il concessionario autostradale Cuneo – Asti ha proseguito le procedure espropriative per l’acquisizione e l’occupazione temporanea delle aree necessarie alla realizzazione del lotto 2.6 (Stralcio funzionale b). Allo stesso tempo sono state avviate le procedure per i contratti delle attività di engineering e costruzione.

Attività e procedure proseguono quindi parallelamente per garantire il rispetto degli impegni presi. Possiamo quindi assicurare che la Cuneo Asti verrà completata nei modi e nei tempi illustrati dal premier Conte e dal ministro Toninelli nella loro visita a Cuneo. E’ vergognosa la fabbrica di fake news messa in moto dai vecchi politici responsabili di questo problema. Dovrebbero piuttosto chiedere scusa ai cittadini per l’immobilismo degli ultimi 7 anni durante i quali si sono alternati 5 governi di destra e sinistra.

Giorgio Bertola, Candidato Presidente M5S Regione Piemonte

Fabiana Dadone, Deputato M5S

Mauro Campo, Consigliere regionale M5S Piemonte

 

Source: Fabiana Dadone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Vedi anche

Alpi del Mediterraneo patrimonio UNESCO, da Governo impegno a ri-presentare la candidatura

CondividiFacebookTwitterLinkedinLa candidatura delle Alpi del mediterraneo a patrimonio dell’umanità Unesco è stata ritirata nella giornata di ieri. La decisione è stata presa in seguito alle richieste di Principato di Monaco e Francia in quanto non ci sarebbe stata la certezza ...

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione,   necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.