Home / Fabiana Dadone / Il Ministro Bonisoli in visita in provincia di Cuneo

Il Ministro Bonisoli in visita in provincia di Cuneo

Oggi il Ministro dei beni e delle attività culturali, Alberto Bonisoli, è stato in visita in provincia di Cuneo: a Fossano e al Castello di Racconigi.

Come sapete sono iniziati questa settimana i lavori per riaprire il Parco del Castello di Racconigil, che consentono di restituire a cittadini e turisti quello che era stato eletto il Parco più bello d’Italia. Una risposta concreta, senza chiacchiere né passerelle elettorali, che testimonia la l’attenzione del Governo verso il nostro territorio e il lavoro dei nostri candidati ed attivisti.

 

Luigi Einaudi, economista piemontese e secondo Presidente della Repubblica Italiana, nelle sue “Prediche inutili” poneva una domanda che ancora oggi è fondamentale per ogni buon legislatore: “Come si può deliberare senza conoscere?”.”Prima conoscere, poi discutere, poi deliberare” [cit.].Pubblichiamo quindi il video integrale dell’intervento del Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli durante la sua visita al Castello e al Parco di Racconigi di ieri pomeriggio, in modo che i cittadini possano essere informati direttamente dalla sua voce sulle attività in corso per la prossima riapertura del Parco.”I soldi non è che mancano…” servono progetti credibili e utili al territorio.Le forbici per il taglio del nastro ci sono (grazie Fabiana), organizziamoci per il resto.

Pubblicato da Movimento 5 Stelle Racconigi su Sabato 25 maggio 2019

L’intervento del Ministro al Castello di Racconigi

 

Source: Fabiana Dadone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Vedi anche

Alpi del Mediterraneo patrimonio UNESCO, da Governo impegno a ri-presentare la candidatura

CondividiFacebookTwitterLinkedinLa candidatura delle Alpi del mediterraneo a patrimonio dell’umanità Unesco è stata ritirata nella giornata di ieri. La decisione è stata presa in seguito alle richieste di Principato di Monaco e Francia in quanto non ci sarebbe stata la certezza ...

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione,   necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy-Cookie Policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.